Consulenza creditizia e finanziaria

Consulenza finanziaria? La tua soluzione è Fidicomet

Fidicomet offre sostegno alle imprese con una speciale Assistenza Finanziaria di base (A.F.B.), spiegando agli imprenditori la loro situazione creditizia e finanziaria e prestando loro “gli occhiali” della visione bancaria.

Fare Confidi oggi significa fornire, oltre alla Garanzia collettiva, un supporto consulenziale per la Micro e Piccola impresa, con soluzioni concrete “su misura” per gli imprenditori.

Fidicomet è sportello di accesso alla Rete Asconfidi Lombardia per i propri Soci: Micro e PMI, Professionisti -in forma singola o Associata- e Lavoratori Autonomi.

Ad un primo colloquio informativo segue l’esame della situazione Aziendale su primi Documenti e sulla base di una prima presentazione dell’impresa.

Sulla base delle evidenze di numeriche di bilancio (o di “bilancino contabile” per chi opera in regime contabile semplificato o forfettario) e di evidenze di periodo pro-tempore di anno, delle esposizioni esistenti su Capitale di Debito, la situazione in Centrale dei Rischi (C.R.), il Bilancio riclassificato, i principali indici finanziari si perviene insieme alla definizione di un percorso di accompagnamento.

Soprattutto dalle evidenze di sistema a C.R. si comprende se occorre consolidare i rapporti bancari in essere o andare a reperire un nuovo Istituto di rapporto.

Tutto può partire da una mail a: sportello@fidicomet.it

 

Perché conviene operare con un Confidi?

  • Perché Ti aiuta a capire le nuove «regole di ingaggio» per il Credito bancario
  • Perché Ti anticipa all’«esame» del Rating bancario
  • Perché la Garanzia «consortile» amplia il Tuo merito di credito
  • Perché Ti è utile nella fase di emergenza da Emergenza Covid-19
  • Perché Ti sarà utile post Emergenza Covid-19
  • Perché Ti indica come ottenere più credito, con le forme tecniche più adeguate e più stabili nel tempo.

 

Quali numeri interessano maggiormente alle banche?

Ai soggetti finanziatori oggi interessa soprattutto:

  • la capacità di produrre un buon REDDITO OPERATIVO, proprio della gestione “caratteristica” dell’impresa
  • che si trasformi in FLUSSO DI CASSA
  • e che quindi non resti «intrappolato» nei Crediti verso Clienti e/o nel Magazzino (Capitale Circolante).

Alla Banca interessa poi capire se il Capitale di struttura dell’impresa:

  • è bene investito
  • e genera reddito (appunto, Reddito Operativo)

 

I numeri di struttura più importanti

Due sono i principali punti di attenzione per una Banca:

  1. Quanto DEBITO ha l’azienda rispetto al PATRIMONIO: questo rapporto si chiama «Posizione Finanziaria Netta su Equity» e misura l’equilibrio fra quanto la banca finanzia e quanto la proprietà dell’impresa ha finanziato l’iniziativa [PFn/PN].
  2. Quanto DEBITO ha l’azienda rispetto al Margine Operativo Lordo [M.O.L.]: questo rapporto si chiama «Posizione Finanziaria netta su Ebitda» ed è come se misurasse in quanti anni l’impresa è in grado di rimborsare i debiti con il proprio margine operativo [PFn/Ebitda].

 

Ma la banca osserva anche indicatori «indiretti» di salute dell’impresa:

L’azienda versa regolarmente le IMPOSTE oppure i Debiti Tributari si stanno «accumulando» nel passivo di bilancio?

L’azienda paga i FORNITORI oppure i giorni di pagamento (calcolati con l’indice di rotazione) si stanno allungando oltre il «normale»?

La Centrale dei Rischi è «in ordine» oppure si osserva utilizzo pieno (o “al limite”, senza la dovuta flessibilità) delle linee di credito ed anche qualche sconfinamento o ritardo nel pagamento dei finanziamenti rateali?

 

Il debito deve essere anche SOSTENIBILE:

  1. secondo il rinnovato quadro regolamentare bancario l’impresa deve sempre dimostrare di poter SOSTENERE il debito con i propri FLUSSI DI CASSA;
  2. le garanzie per la banca non servono a «determinare» il merito di credito: le Garanzie accrescono le possibilità di avere credito o maggiore credito, in quanto limitano o (nel migliore dei casi) azzerano la perdita finale della banca finanziatrice in caso di insolvenza dell’impresa, devono essere dirette, non condizionate ed accessibili, quindi facilmente escutibili (garanzie c.d. evolute o eligibles );
  3. il Regolatore europeo (UE, EBA, BCE, Comitato di Basilea) ripone sempre maggior attenzione alla capacità di generare cassa, portando le banche attraverso la vigilanza a deliberare il credito alle imprese su un merito di credito sempre più basato su un profilo di liquidità (non più quindi Reddito contabile o Utile civilistico/fiscale, non più solo Garanzie) e in un’ottica prospettica, c.d. di «forward-looking»;
  4. nuovi indicatori quantitativi e addirittura «automatici» come il DSCRDebt Service Coverage Ratio, o il rapporto tra PFNPosizione Finanziaria Netta ed il MOL aziendale (EBITDA) costituiscono le basi di un nuovo approccio delle banche al credito alle Imprese;
  5. ne deriva una nuova sfida: le imprese sono chiamate a presentarsi al meglio al sistema bancario, con numeriche aggiornate, complete, in ordine e dati e piani di impresa di qualità. 

 

Fidicomet può essere il Vostro Partner di impresa per aiutarVi a comprendere al meglio e valorizzare tutti questi aspetti nel Vostro ambito aziendale e con essi agevolare i Rapporti bancari, correnti e futuri.

Consulenza creditizia e finanziaria Milano

Entra in contatto con noi





In merito alle finalità che richiedono il mio espresso consenso, in particolare per l’invio di comunicazioni marketing, esprimo il mio:
ConsensoNon consenso

Prendi un appuntamento

Il nostro obiettivo è rispondere a tutte le tue domande in modo tempestivo.